PLANTARI 3D Medicali Personalizzati

Gb: boom di donne affette da dolori legati a tacchi alti

Gb: boom di donne affette da dolori legati a tacchi alti

lunedì 22 giugno 2015 14.54 - AGI


Leggete qui sotto:c'e' bisogno di un ricercatore per capire che i tacchi alti sono la causa del neuroma di morton e di tanti altri problemi articolatori?

(AGI) - Londra, 22 giu. - In dieci anni e' piu' che raddoppiato il numero di donne di mezza eta' che soffre di una dolorosa condizione legata all'uso di scarpe con i tacchi alti. Dal 2004 il gentil sesso, con un'eta compresa tra i 40 e i 69 anni, che soffre di neuroma di Morton, e' aumentato del 115 per cento. Questi i dati allarmanti dell'Health and Social Care Information Centre del Regno Unito, riportati dal quotidiano britannico Daily Mail. Il neuroma di Morton e' un disturbo ortopedico che coinvolge uno dei nervi che attraversano il piede. Chi e' affetto da questa condizione sviluppa tessuto fibroso intorno al nervo del piede, provocando dolore. Si stima che le donne siano piu' di dieci volte a rischio rispetto agli uomini. Da qui l'idea che possa esserci un collegamento con le scarpe con i tacchi alti. Andrew Craig, ricercatore ortopedico della Bradford Teaching Hospitals Foundation Trust, ha studiato 40 pazienti con neuroma di Morton. Ebbene, nella maggior parte dei casi e' stato necessario intervenire chirurgicamente. "Sappiamo da molto tempo che la condizione sembra interessare prevalentemente le donne di eta' media, con la speculazione che i tacchi alti possano svolgere un ruolo", ha spiegato Craig. Talvolta la soluzione chirurgica comporta la rimozione completa del nervo compresso, compromettendo la sensibilita' delle dita del piede colpite. Altre opzioni di trattamento comprendono solette speciali e iniezioni di steroidi.


MEDTECH S.r.l. utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento