PLANTARI 3D Medicali Personalizzati

Le gambe storte si correggono con i plantari?

 Spesso sono gli altri a farci notare qualcosa sui nostri figli, ad esempio, le maestre a scuola; a qualche genitore forse sara’ capitato di sentirsi dire dalla maestra, o dall’allenatore di calcio del bambino, che proprio il bimbo quando corre ha problemi, perchè “ha le gambe ad x” e vi consigliano di farlo visitare da un dottore.


Spesso si portano i bambini dal pediatra per questo problema che mette molto in ansia le mamme, in realtà, alla nascita, le ginocchie sono vare, cioe’ sono distanti fra loro, per la posizione tenuta dal bimbo nell’utero.


Nei primi due anni, gli arti modificano la posizione spinti dalla necessita’ di camminare e le ginocchia tendono ad attaccarsi fra loro, ovvero, ginocchio valgo, e questa è una situazione comune nei bambini verso l’eta’ di 3 anni.


 


Da tre a dieci anni, si acquisisce la posizione normale, che raddrizza quella delle gambe. Nella maggior parte dei casi, le lieve anomalie che interessano le gambe, si correggono con la crescita senza l’uso di apparecchi ortopedici. 


Se ad avere le gambe ad x è un bimbo obeso, si intervenga sul sovrappeso, le gambe seguiranno.


fonte: http://donne.notizie.it/


MEDTECH S.r.l. utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento