PLANTARI 3D Medicali Personalizzati

Il sottoplantare Footclinic antishock

Il nuovo sottoplantare footclinic: solo 1 mm che fa' la differenza!


Provate a fare cadere una pallina di piombo su un plantare al silicone: rimbalza!Nelle scarpe

da ginnastica il simil-silicone eaddirittura le molle dovrebbero ammortizzare lo shock dell'impatto su terreno duro, in realta'

la pallina di piombo rimbalza su questi materiali dannosi anziche'benefici.

Se invece la pallina di piombo cade sul sottoplantare footclinic non rimbalza e la energia cinetica e' dissipata in calore.

Noi poi usiamo scarpe predisposte a gondola in modo da accarezzare il terreno duro.L'uomo moderno ha fatto 2 errori:1) sostituire i terreni morbidi naturali con asfalto,cemento,marmo;

2)mettere il tacco sotto il tallone: con il tacco ilcalcagno incontra prima il terreno,l'impatto e' piu' traumatico e si crea un'onda violenta di ritorno ascendente su caviglia,ginocchia,anche,dischi intervertebrali.

Se io picchio la testa contro il muro me la rompo perche' il muro e' piu' duro,ecco mettere il tacco e' esattamente la stessa cosa.Con la scarpa A GONDOLA CON TACCO NEGATIVO (antitacco)accarezziamo invece il terreno appoggiando nel mezzo della pianta del piede e sprofondando con il tallone come sulla sabbia: Con il tacco invece il peso va su tallone e su avampiede.

Il massimo del confort e' quindi: scarpa predisposta a gondola (tipo finnamic) con dentro dal basso verso l'alto: sottoplantare footclinic antishock di 1 mm + plantare su misura correttivo footclinic+plantare liquid (vedi altra news)

 


 


MEDTECH S.r.l. utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento